ANNO XIII  Agosto 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Questo documentario mostra la fame che soffrono i venezuelani che non possono fuggire del Paese e che sta causando tristezza e morte. Attraverso interviste, testimonianze e materiale d’archivio, la giornalista Marinellys Tremamunno racconta la tragica realtà del Venezuela, ma mostra anche la capacità di resilienza di coloro che hanno fiducia nella ripresa del Paese. In particolare, racconta il faticoso lavoro della chiesa venezuelana per dare “cibo per l’anima” ai più bisognosi, attraverso il programma “Pentole Solidali” della Caritas del Venezuela.

La Terra brucia nelle zone più sensibili del pianeta come la foresta amazzonica: un numero record di incendi suscita un'ondata di critiche nei confronti delle politiche ambientali di Jair Bolsonaro. Il Presidente del Paese punta l'indice accusatorio contro le ONG,…

Un fulmine durante una tempesta ha ucciso giovedì pomeriggio cinque persone su una spiaggia a ovest di Cuba

Dura sconfitta per il presidente in vista delle presidenziali di ottobre. Avanza l'opposizione peronista
Alejandro Giammattei, leader della coalizione di destra Vamos, è in vantaggio nel ballottaggio di ieri per l'elezione del prossimo presidente del Guatemala: secondo quanto riporta la Bbc, con il 76% delle schede scrutinate Giammattei può contare sul 59% dei voti…

Il paradosso dei blackout in Venezuela, Paese produttore di petrolio, sta contagiando anche Cuba. A dire il vero il contagio è reciproco. La dittatura fondata da Fidel Castro ha insegnato il suo modello economico a Chavez e Maduro e ora ne paga le conseguenze. La crisi ha ridotto le esportazioni di carburante venezuelano. E Cuba è al buio.

 

Il governo venezuelano di Nicolas Maduro ha deciso di interrompere i negoziati con l'opposizione in segno di protesta contro il congelamento dei propri interessi economici negli Stati Uniti disposto dall'amministrazione Trump, minando quella che sembrava la strada migliore per una pacificazione nel Paese dopo uno stallo politico in atto da oltre sei mesi.

Il leader dell'opposizione e presidente ad interim del Venezuela, Juan Guaidó, ha appoggiato il congelamento dei beni venezuelani negli Stati Uniti disposto dal presidente Donald Trump sostenendo che questo ha come obiettivo "proteggere" la popolazione venezuelana. Via Twitter Guaidó ha indicato che "è fondamentale tenere presente che la dittatura non conta sull'appoggio popolare, ma solo su una struttura la cui fedeltà si mantiene utilizzando denaro rubato alla Repubblica".

Donald Trump ordina il blocco degli asset del governo del Venezuela negli Stati Uniti.

Nuove sanzioni Usa contro persone e compagnie legate al presidente/dittatore del Venezuela Nicolas Maduro. Le personalità colpite sono coinvolte in un grande giro di corruzione che speculava sulla distribuzione dei generi alimentari. Quella della fame è un'arma di regime (cibo in cambio di fedeltà), ma anche un buon affare, per pochi

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1167 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa