ANNO XIV Aprile 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Il ministro del regime di Maduro, Jorge Rodríguez, riferisce 4 nuovi casi di coronavirus positivo in Venezuela, 3 donne e 1 uomo negli stati: Nueva esparta, Aragua, Portuguesa e Trujillo, per un totale di 171 casi nel paese.

Nicolás Maduro ha ribadito l'ordine di ricoverare il 100% delle persone infette per prevenire la diffusione della malattia. Secondo i dati controversi del governo, nelle ultime 24 ore è aumentato un singolo caso, ma il numero di persone uccise dal virus è aumentato a due.

Un tribunale dell'Ecuador ha condannato ieri a Quito ad otto anni di carcere l'ex presidente della repubblica Rafael Correa riconoscendolo colpevole di corruzione aggravata e all'inibizione per 25 anni da incarichi pubblici. Lo riferisce il quotidiano El Telegrafo.

Il vicepresidente di Maduro, Delcy Rodríguez ha riferito che esiste una nuova infezione da coronavirus in Venezuela, portando il numero a 166 casi.

Jorge Rodríguez ha annunciato lunedì che sei nuovi casi di coronavirus sono stati registrati per raggiungere un totale di 165 infezioni in Venezuela

Delcy Rodríguez, vicepresidente di Nicolás Maduro, ha dichiarato che nelle ultime 24 ore sono stati registrati quattro nuovi pazienti

Il ministro della comunicazione e dell'informazione di Maduro, Jorge Rodríguez, ha confermato questo sabato due nuovi casi di coronavirus nel paese, raggiungendo 155 infetti in Venezuela.

"Nelle prossime ore ho ordinato, nell'ambito dell'operazione permanente Scudo bolivariano, la mobilitazione di pezzi di artiglieria, per essere preparati per la lotta per la pace", ha detto il presidente del PSUV. L'agenzia internazionale EFE e il venezuelano quoditiano El Nacional lo hanno scritto ieri

Nicolás Maduro ha confermato sette nuovi casi di coronavirus nel paese venerdì per un totale di 153 infetti e sette deceduti finora. Lo ha annunciato dopo l'incontro con la Commissione presidenziale per la prevenzione di covid-19 al Palazzo Miraflores di Caracas.

L’arrivo dei camici bianchi da Cuba e Cina è stato fatto passare come la panacea di tutti mali. Ma è falso: rientra nel piano di ideologizzazione portato avanti dalle due dittature e costato all’Italia anche parecchi soldi. Invece resta inspiegabile perché siano stati rifiutati i 200 medici venezuelani, esuli, preparati e perfettamente integrati.

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1089 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa