ANNO XVI Agosto 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Economia & Finanza (1887)

Children categories

Business (11)

Notizie,opinioni ed approfondimenti sul business, innovazione, sostenibilità e la responsabilità d'impresa 

View items...
Prima di essere impegnata in operazioni di guerra contro la Georgia e la Siria, l'incrociatore orgoglio della flotta russa nel Mar Nero era stato in qualche modo un simbolo di pace e cooperazione.
L'accordo raggiunto nell'incontro tra il centrodestra della maggioranza di governo e il premier Mario Draghi.  Il leader della Lega Salvini ha rilanciato anche l'esigenza di una grande pace fiscale. 
L'accordo siglato con l'Algeria è una tappa di quella che appare sempre di più come una corsa contro il tempo. 
Gli obiettivi sono rafforzare gli accordi bilaterali e trovare alternative alla fornitura energetica. 
Il ministro della Difesa ha definito "importante" il lavoro che la Turchia sta realizzando per il dialogo nella crisi ucraina, un tentativo "che noi apprezziamo e sosteniamo e ci auguriamo che possa portare a risultati concreti e positivi". 
La Lega e Forza Italia hanno chiesto al presidente del Consiglio un incontro per avere garanzie che l'approvazione della delega fiscale non comporti un aumento delle tasse. Per il Partito democraticco così si mette a rischio il governo. 
Draghi: "Noi seguiremo le decisioni della Ue, se ci propongono l'embargo sul gas, noi saremo ben contenti di seguire la Ue su questo strumento" perché "vogliamo lo strumento più efficace per permettere una pace". 
Le atrocità di Bucha non potevano lasciare l'Unione europea indifferente. La Commissione propone un quinto slot di misure. 
Draghi vuole ridurre la dipendenza italiana da Mosca. Il presidente del Consiglio ritiene sbagliato che la quota di gas che arriva in Italia sia aumentata molto negli ultimi 10-15 anni. Le strategie sul tavolo e le carte da giocare. 

Utenti Online

Abbiamo 901 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine