ANNO XI  Agosto 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Altre notizie sanguinose in arrivo dal Venezuela. Il clima di violenza che tormenta il paese sudamericano da mesi non si limita solo agli scontri di natura politica tra la popolazione che si oppone al presidente Nicolas Maduro e le forze di sicurezza. Ieri infatti si è verificata una terribile strage in una prigione venezuelana che ha provocato un autentico massacro di detenuti. Le prigioni del Venezuela sono tra le più pericolose al mondo. Nel suo Rapporto Mondiale del 2014 la ONG Human Rights Watch ha definito “le prigioni venezuelane tra le più pericolose dell’America Latina” a causa di “deboli misure di sicurezza, infrastrutture fatiscenti, sovraffollamento, guardie male addestrate, e corruzione che permettono alle bande armate di controllare effettivamente le prigioni”. L’ONU nel 2014 ha definito il sistema penitenziario venezuelano “una tragedia”.

Un'organo illegittimo può eliminare il Parlamento? È appena successo in Venezuela. La cosiddetta Assemblea Nazionale Costituente promossa da Maduro ha deciso di attribuirsi tutte le competenze riservate al parlamento. La notizia diffusa ieri in tarda serata conferma il consolidamento del totalitarismo nel paese.

A Caracas fra 40 minuti inizia la seduta del Parlamento democratimente eletto alla seduta assistono gli ambasciatori dei Paesi che non hanno riconosciuto la Costituente di Maduro. Fra i primi ambasciatori ad arrivare  per esprimere la solidarietà dell'Italia il nostro Silvio Mignano ambasciatore d'Italia in Venezuela.

Bogotà (Colombia) - Luisa Ortega, la deposta procuratrice generale del Venezuela, è fuggita in Colombia con il marito, il deputato German Ferer. Lo hanno confermato le autorità di Bogotà. La Ortega e Ferer, hanno riferito fonti ufficiali, sono arrivati nella capitale colombiana a bordo di un volo charter per chiedere asilo nel Paese.

Caracas (Venezuela) - L'Assemblea Costituente voluta dal presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha assunto oggi tutte le funzioni e i poteri del Parlamento, dopo che i deputati dell'Assemblea Nazionale, controllata dall'opposizione si sono rifiutati di accettare la sua autorità.

Nell’assoluta assuefazione dei mass media per cui una notizia se è troppe volte in prima pagina crea assuefazione e viene tolta, perché vivaddio oramai la rivoluzione è in atto, processi in piazza contro gli oppositori, e nei prossimi giorni parata militare per mostrare la forza.

Caracas (Venezuela) - Ancora una volta Nicolas Maduro passa dalle parole ai fatti. Il nuovo Procuratore Generale del Venezuela Tarek Saab, insediato dalla Costituente dopo il licenziamento di Luisa Ortega Dìaz considerata una “ribelle”, ha formulato le accuse contro il suo predecessore, contro il marito German Ferrer, deputato d’opposizione, e contro diversi membri del vecchio team della Procura guidata da Ortega.

Era nascosto in Argentina nel fitto della selva di Misiones, ai confini con il Paraguay, un rifugio per nazisti scappati in Sud America dopo la seconda guerra mondiale. “Invisibile” fino agli anni duemila, e fino a un paio d’anni fa indicata arbitrariamente come “casa di Bormann”, la piccola costruzione in pietra è stata studiata per due anni nei dettagli da una équipe archeologica guidata da Daniel Schávelzon e Ana Igarita, che ne hanno anche tratto un libro da poco pubblicato in Argentina.

Bogotà (Colombia) - Con la consegna delle ultime armi si conclude lo storico processo di abbandono della lotta da parte delle Farc. “È l’inizio di una nuova fase per il Paese”, ha detto il presidente colombiano Juan Manuel Santos, premio…

Dalla Colombia, Mike Pence conferma che gli Stati Uniti non escludono l'opzione militare per la crisi in Venezuela, ma sottolinea l'impegno per una soluzione diplomatica. "Abbiamo molte opzioni per il Venezuela, ma il presidente è fiducioso nel fatto che lavorando con tutti i nostri alleati possiamo ottenere una soluzione pacifica", ha detto il vice presidente americano parlando a Cartagena.

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

Attentato islamista a Barcellona 

Utenti Online

Abbiamo 1248 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine