ANNO XVIII Giugno 2024.  Direttore Umberto Calabrese

I capi di Stato maggiore degli eserciti dell'Africa occidentale sono riuniti ad Accra per discutere i dettagli dell'operazione per reintegrare il presidente Bazoum, deposto dai golpisti. Ma il ricorso alle armi non è l'unica opzione. 

Published in Attualità

Il blocco dell'Africa occidentale intende rimuovere i governanti militari dopo il colpo di stato del mese scorso. La Costa d'Avorio fornirà "un contingente" di 850-1.100 uomini, insieme a Nigeria e Benin. 

Published in Attualità

Il leader del golpe nigeriano ha nominato primo ministro l'economista ed ex ministro delle finanze Mahamane Lamine Zeine. Blinken: "La diplomazia è il modo preferibile per risolvere questa situazione." 

Published in Attualità

Crosetto: "Sull'aereo anche dieci soldati statunitensi, restano per ora nel Paese altre 254 unità del nostro contingente". Il ministro francese Colonna: "I golpisti hanno tempo fino a domani per fermarsi". Ultimatum ai militari della ministra degli Esteri, ma loro cercano un accordo difensivo con la Brigata Wagner. 

Published in Attualità

È atterrato all'aeroporto di Ciampino alle 5,11 il volo speciale dell'Aeronautica militare partito da Niamey con a bordo 87 passeggeri, di cui 36 italiani, che hanno deciso di lasciare il Niger dopo il colpo di Stato. Il ministro: "Abbiamo dimostrato efficienza e gioco di squadra." 

Published in Nazionale

L'ambasciata a Niamey resterà aperta. I francesi cominciano a lasciare il Paese. Mali e Burkina Faso: un intervento militare è una dichiarazione di guerra contro di noi. 

Published in Cronaca

Alcuni manifestanti hanno tentato di entrare nell'edificio e rimosso la targa con la scritta 'Ambasciata di Francia' sostituendola con bandiere del Niger e della Russia. Ultimatum dei leader africani: "Non escluso l'uso della forza". 

Published in Attualità

'Il nostro supporto è incrollabile'. 

Published in Cronaca

Il capo di stato maggiore Salifou Mody ha spiegato che il golpe si è reso necessario a seguito del "continuo degrado della situazione di sicurezza e della cattiva gestione economica e sociale." 

Published in Cronaca

Il discorso del premier Paolo Gentiloni nel suo intervento di saluto all'equipaggio della Nave Etna. "Proporrò al Parlamento di inviare i nostri militari in Niger. L'Italia ha l'obiettivo di costruire dialogo, amicizia e pace nel Mediterraneo e nel mondo".

Published in Attualità

Utenti Online

Abbiamo 713 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine