ANNO XIV Settembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 21 Maggio 2018 15:38

Salvini e Di Maio oggi al Quirinale Accordo su premier e squadra

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Al Quirinale nuove consultazioni: alle 17.30 M5S e alle 18 la Lega Di Maio: abbiamo chiesto che il "superministero" del Lavoro e dello Sviluppo economico sia affidato a noi. Il leader del PPE Manfred Weber avverte: "State giocando con il fuoco" Secondo indiscrezioni, Giuseppe Conte è in pole per Palazzo Chigi. Faccia a faccia intanto alla Camera tra il leader leghista e il Presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni,
 
"Abbiamo scelto un nome equilibrato che soddisfa noi e loro". Con il nome del premier in tasca - come ha confermato ieri Matteo Salvini, a Fiumicino in uno dei gazebo allestiti dalla Lega per votare sul contratto - M5s e Lega oggi saliranno al Quirinale per presentare il programma e la squadra di governo. Dopo quasi 80 giorni di incontri tra le varie forze politiche - vincitrice e sconfitte alle urne - si è giunti finalmente ad un accordo per formare il nuovo, atteso esecutivo. Ora la palla passa al Capo dello Stato. La senatrice grillina, Silvia Vono commenta: "é finita l'epoca dei privilegi. Sta per iniziare un periodo di cambiamento radicale". Il leghista Francesco Vozza: "Questo governo è una speranza per il Paese e il fatto che abbiamo tutti i poteri forti contro mi convince che siamo sulla strada giusta. "Mi auguro che Mattarella rispetti il mandato costituzionale e spero non ci siano interventi a gamba tesa".
 
A partire dalle 17.30 gli incontri con il Presidente della Repubblica
 
Movimento cinque stelle e Lega salgono rispettivamente alle 17,30 e alle 18 al Colle. Lo rende noto un comunicato della Presidenza della Repubblica nel quale si annuncia che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, riprenderà oggi le consultazioni per la formazione del governo. Questo il calendario diffuso dal Colle: alle ore 17.30 Mattarella riceverà Danilo Toninelli e Giulia Grillo rispettivamente Presidente del Gruppo Parlamentare "MoVimento 5 Stelle" del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, accompagnati da Luigi Di Maio, Capo della forza politica "MoVimento 5 Stelle; alle 198 sarà la volta di Gian Marco Centinaio e Giancarlo Giorgetti, rispettivamente Presidente del Gruppo Parlamentare "Lega - Salvini Premier" del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, accompagnati dal senatore Matteo Salvini, segretario federale del partito "Lega - Salvini Premier". La Sala Stampa del Quirinale sarà aperta dalle ore 16.
 
Incontro Meloni-Salvini
 
A poche ore dalla nuove consultazioni al Colle, Matteo Salvini ha incontrato il Presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni. Al momento non è emerso nulla su quanto si siano detti. Secondo indiscrezioni non sarà l'unico faccia a faccia che il leader della Lega avrà fino alle 18, ora in cui salirà al Quirinale in vista della formazione del nuovo governo.
 
Ai gazebo della Lega 91% dice sì al contratto di governo
 
"Sono circa 215mila i cittadini che in questo fine settimana sono andati ai gazebo della Lega per votare il contratto di governo. I sì hanno raggiunto il 91% del totale. Per la Lega si tratta di un ottimo risultato, eccezionale la partecipazione", si legge intanto in una nota del Carroccio.
 
Il leader del PPE Manfred Weber avverte: "State giocando con il fuoco"
 
Prima ancora che nasca il governo M5S-Lega arriva lo stop da Bruxelles: "L'Italia è pesantemente indebitata", ha ricordato Weber in una dichiarazione ai media tedeschi, avvertendo che "azioni irrazionali o populiste potrebbero provocare una nuova crisi dell'euro" e facendo appello a rimanere "nei confini della ragione". Weber ha comunque riconosciuto che bisogna "dare una possibilità" alla nuova coalizione di governo italiana "perché rispettiamo i risultati elettorali"
 
"Das ist ein Spiel mit dem Feuer", tradotto: state giocando col fuoco. Manfred Weber, capogruppo del Ppe al Parlamento europeo e membro della Csu bavarese mette in guardia Lega e Movimento 5 Stelle. "L'Italia è pesantemente indebitata", ha ricordato Weber in una dichiarazione ai media tedeschi, avvertendo che "azioni irrazionali o populiste potrebbero provocare una nuova crisi dell'euro" e facendo appello a rimanere "nei confini della ragione". Weber ha comunque riconosciuto che bisogna "dare una possibilità" alla nuova coalizione di governo italiana "perché rispettiamo i risultati elettorali". Il capogruppo dei Popolari europei si è detto convinto che le formazioni populiste saranno costrette a scendere a compromessi perché "nella vita di tutti i giorni non c'è altra alternativa che lavorare a stretto contatto e in collaborazione con i nostri vicini in Europa". Con informazioni Rai News

 

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 872 times Last modified on Lunedì, 21 Maggio 2018 15:55

Utenti Online

Abbiamo 1188 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« September 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30