ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

La segnalazione da parte di ARPA relativa allo sforamento dei limiti di emissione non può che destare preoccupazione.

Pertanto, in attesa degli approfondimenti tecnici, è necessario far notare quanto importante sia l'argomento della immunità seppur parziale di cui dal 6 settembre gode il Gestore, poiché essa non deve in alcun modo evitare l'applicazione del principio di "chi inquina paga" né mettere lavoratori e cittadini in pericolo.

Oggi scade l'immunità totale regalata dal governo Renzi, ed inizia un nuovo percorso sanzionatorio che dipenderà dal rispetto del Piano Ambientale.

Non siamo affatto d'accordo neppure a una immunita parziale in quanto viola direttive europe ed è incostituzionale. Ma è comunque necessario precisare che anche quando riusciranno a dimostrare che eventuali violazioni dipendono dall'applicazione del Piano, sono comunque tutelate la sicurezza e la salute dei lavoratori e dei cittadini con i mezzi a disposizione della pubblica amministrazione e degli enti locali.

È importante che gli enti di controllo approfondiscano i dettagli dell'accaduto, le motivazioni e gli inquinanti emessi al fine di tutelare la sicurezza nei luoghi di lavoro e la salute pubblica, permettendo a chi di dovere di emanare provvedimenti anche in urgenza.

Intanto il nuovo Governo si adoperi per rendere obbligatoria la Valutazione del danno sanitario preventivo e attuare la revisione dell' AIA, che, viste le condizioni 

Eurodeputata del Movimento 5 Stelle

Published in News Ambiente
Venerdì, 21 Giugno 2019 00:00

La coppa dei campioni AIA

Gli arbitri "dall'altra parte della barricata" nel torneo di calcio a 5 organizzato dalla sezione di Arezzo

Published in Sport

Nella denuncia presentata da Juan Branco e l'avvocato israeliano Omer Shatz  si chiede che l'Ue venga perseguita per l'annegamento di oltre 12mila profughi

Published in Estera

Dopo tanti anni e tante battaglie, c'è la premessa per sciogliere l'atroce dilemma tra lavoro e salute che ha tenuto sotto scacco Taranto e giungere ad una sintesi fondata su solide evidenze scientifiche.

Published in Economia & Finanza

Lina Ambrogi Melle intervento ad adiuvandum di alcuni cittadini di Taranto ai ricorsi della Regione Puglia e del Comune di Taranto contro il DPCM del 30 settembre 2017 che ha valore di nuova AIA all'Ilva

Published in News Ambiente

Il principale strumento di politica ambientale finalizzato alla riduzione degli impatti ambientali e quindi a tutelare la salute è l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA).

Published in News Ambiente

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comuncato stampo della prof.ssa Lina Ambrogi Melle già promotrice di un ricorso collettivo alla CEDU e Presidente del Comitato Donne e Futuro per Taranto Libera

Published in Taranto

La prof.ssa Lina Ambrogi Melle, ex consigliere comunale, promotrice del ricorso collettivo alla CEDU e Presidente del Comitato Donne e Futuro per Taranto Libera, invia il seguente comunicato stampa. 

Published in News Ambiente

"A Taranto sull'Ilva le prescrizioni ambientali dell'AIA non sono state rispettate e questo significa che la salute dei tarantini in questi anni e' stata esposta ad ulteriori ed inaccettabili rischi. 

Published in News Ambiente

Colpisce, nel decreto che ha approvato la nuova A.I.A. ILVA l'indicazione posta all'inizio dell'articolo 2 relativo alle Misure transitorie: " 

Published in Taranto

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1280 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa