ANNO XVIII Aprile 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Dopo il raid aereo che ha distrutto il consolato iraniano in Siria si susseguono gli allarmi per una imminente vendetta di Teheran.

Published in Economia & Finanza

Il leader Hassan Nasrallah ha definito "inevitabile" la risposta dell'Iran all'attacco attribuito a Israele contro il consolato iraniano a Damasco, che ha ucciso 16 persone.

Published in Attualità

Milioni di persone si radunano per la Giornata di al Quds e per il commiato ai sette 'Guardiani della rivoluzione' uccisi in un attacco al consolato a Damasco.

Published in Attualità

L'allarme dell'intelligence israeliana, 'ci attendono giorni complessi' Dopo il raid su Damasco il Paese è in massima allerta "per il rischio di un attacco" dell'Iran. L'esercito rinvia la smobilitazione e chiama i riservist, Non è l'unica misura: sospesi i congedi dei soldati, alterato il Gps. I servizi: sventati attentati, nel mirino anche Ben Gvir. Teheran: vi pentirete dei raid su Damasco. 

Published in Attualità

'L'America deve essere ritenuta responsabile dell'attacco'.

Published in Attualità

I media locali hanno confermato una affluenza del 41% su 61 milioni di aventi diritto. A Teheran ha votato un elettore su quattro 

Published in Cronaca

Il ministero degli Esteri pakistano ha descritto gli attacchi come una "violazione non provocata" del suo spazio aereo.

Published in Attualità

I Guardiani della Rivoluzione iraniani avrebbero ucciso quattro civili del Kurdistan iracheno. L'attacco è stato compiuto in 'risposta ai recenti crimini di gruppi terroristici che hanno ingiustamente martirizzato alcuni nostri cari compatrioti a Kerman e Rask.

Published in Cronaca

Niloufar Hamedi e Elaheh Mohammadi, arrestate per avere contribuito a diffondere le notizie sulla morte della giovane Mahsa Amini, sono uscite dal carcere di Evin a Teheran. Condannata ad altri 15 mesi la premio Nobel Mohammadi.

Published in Estera

Il presidente iraniano attacca Israele: "L'operazione diluvio al-Aqsa sarà la vostra fine. In Turchia prima tappa della missione di Blinken per evitare che il conflitto si allarghi. È la quarta visita del segretario di Stato Usa nella regione dall'inizio della guerra.

Published in Attualità

Utenti Online

Abbiamo 1066 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine