ANNO XIII  Luglio 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 12 Febbraio 2019 15:47

I Verdi alla sfida delle Europee per affermare un Europa più giusta, solidale, ecologista e vicina ai cittadini

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Ben rappresentata la provincia di Taranto nel nuovo Esecutivo regionale, uscito domenica scorsa dal Congresso di Polignano. Oltre alla co-portavoce Fulvia Gravame, tarantina, sono risultate elette Silvia Biasco e Cecilia de Bartholomaeis (quest’ultima riconfermata), dell‘Associazione di Manduria.

Il tarantino Cosimo Briganti va invece al Consiglio federale nazionale, affiancando la manduriana Anna Mariggiò, già eletta nel corso del Congresso nazionale di Chianciano.

È questo il risultato di uno sforzo di mediazione tra le due anime dei Verdi pugliesi, schierati, al Congresso nazionale, a sostegno di due diverse mozioni. La gravità delle problematiche ambientali, che, a partire dai cambiamenti climatici, affliggono anche la nostra regione, le sfide imminenti, anche di natura elettorale, che ci vedranno a breve coinvolti, ci inducono ad unirci in uno sforzo comune. La politica regionale dovrà compiere scelte difficili e coraggiose per poter fronteggiare, in un quadro nazionale e internazionale non facile e spesso ostile, minacce vecchie e nuove all'integrità del nostro territorio e alla salute dei suoi abitanti.

I Verdi sono convinti di poter fornire un apporto essenziale a questa battaglia, con la propria competenza e col proprio impegno, così come si impegnano a tenere desta l’attenzione dei vertici regionali sulle numerose e gravi emergenze di carattere ambientale che affliggono la nostra provincia, a partire dalle emissioni inquinanti che provengono dall’area industriale di Taranto, cui si sommano quelle delle discariche e degli inceneritori, presenti in numerosi comuni del territorio.

Il rinvio del GIP di Taranto alla Corte costituzionale della norma che prevede l'immunità penale per i gestori dell'Ilva conferma la validità della battaglia avviata con Angelo Bonelli a maggio 2017. La magistratura è stata costretta nuovamente ad intervenire a tutela dei tarantini in seguito alle scelte sbagliate dei governi di ogni colore. Lo stesso si potrebbe dire per il sequestro delle collinette e per l'udienza preliminare per la gestione delle discariche Ilva 

L’imminente confronto elettorale per il rinnovo del Parlamento europeo ci vedrà schierati, all’interno della grande famiglia dei Verdi europei a contrastare l’ondata xenofoba e sovranista, che rischia di travolgere un assetto politico che ha offerto ai nostri popoli settant’anni di pace, ma anche ad affermare un’idea di Europa più giusta e solidale, ecologista e vicina ai bisogni dei cittadini.

Federazione provinciale dei Verdi di Taranto 

Read 629 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1127 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa