ANNO XII  Maggio 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Stamina e curriculum, bufera sul premier designato. M5S e Lega confermano: resta il nostro candidato a Palazzo Chigi. E dopo il vertice di ieri tra Di Maio e Salvini, la 'grana' Paolo Savona all'Economia

Dopo le consultazioni di lunedì nel corso delle quali M5s e Lega hanno fatto il nome di Giuseppe Conte come premier, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sembra non essere ancora pronto a dare l'incarico per formare il nuovo governo al professore di diritto scelto da Di Maio e Salvini. Il Capo dello Stato, incontrati i presidenti della Camera, Roberto Fico, e del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, secondo fonti di stampa si sarebbe preso ancora un po' di tempo, forse non completamente convinto dal curriculum di Conte e da un suo criticato rapporto con la vicenda Stamina.

54 anni, un curriculum invidiabile e classe da vendere. E' Giuseppe Conte, professore ordinario di diritto privato a Firenze e avvocato cassazionista, il "premier politico" proposto oggi al Colle dal leader del M5S Luigi Di Maio. Specialista in materia di arbitrati, Conte vanta studi a Yale, a Vienna, alla Sorbona e nel Regno Unito e opera prevalentemente nel campo del diritto civile e commerciale. Quando Luigi Di Maio aveva presentato la sua squadra di governo nel caso in cui M5S avesse vinto le elezioni, era stato scelto per il ministero della Pubblica amministrazione, de-burocratizzazione e meritocrazia.

"Oggi siamo di fronte a un momento storico", al Presidente Mattarella "abbiamo indicato il nome che al meglio può portare avanti il contratto di governo che a breve firmeremo" con la Lega, "ovviamente obiettivo era ed è migliorare la vita degli italiani". Lo dice Luigi Di Maio al termine del colloquio con il Capo dello Stato al Quirinale, al quale è stato indicato il nome di Giuseppe Conte, confermando così le indiscrezioni delle ultime 24 ore.

Al Quirinale nuove consultazioni: alle 17.30 M5S e alle 18 la Lega Di Maio: abbiamo chiesto che il "superministero" del Lavoro e dello Sviluppo economico sia affidato a noi. Il leader del PPE Manfred Weber avverte: "State giocando con il fuoco" Secondo indiscrezioni, Giuseppe Conte è in pole per Palazzo Chigi. Faccia a faccia intanto alla Camera tra il leader leghista e il Presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni,
 

Il Quirinale domani convocherà per il pomeriggio i gruppi di Lega e Movimento Cinque stelle

"Più del 94% degli iscritti del MoVimento 5 Stelle hanno detto sì al Contratto per il Governo del Cambiamento!

Il movimento 5 stelle per la sua natura è ondivago, in quanto rappresenta, più che un partito, una sorta di umore collettivo di un elettorato deluso che vuole il cambiamento, etico soprattutto.

Nel weekend i due leader politici dovrebbero vedersi di nuovo per trovare il nome di chi dovrebbe guidare il nuovo esecutivo. Intanto - come annunciato nelle scorse settimane - gli iscritti del Movimento possono votare l'accordo sulla piattaforma Rousseau. Avranno tempo fino alle 20 di questa sera. Il via alle 10.

E' chiuso il contratto di governo M5S-Lega. Lo rende noto Rocco Casalino, capo della comunicazione M5S. Mattarella attende il testo definito dell'accordo, non si occupa di "bozze", fa sapere il Quirinale. Nel contratto non c'è più la parte relativa all'uscita dall'euro e alla richiesta alla Bce di cancellazione del debito. Nuovo incontro Salvini-Di Maio in serata, si replica oggi, giovedì 17 maggio.

Le Vignette di Paolo Piccione

 

 

Utenti Online

Abbiamo 1417 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa