ANNO XI  Ottobre 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Cosa ha detto (in sintesi) il presidente cinese nel suo discorso di apertura del XIX Congresso del Partito comunista. "Le prospettive sono luminose, ma le sfide sono impegnative"

Ecco la bozza che sarà discussa al vertice nel quale i leader europei presenteranno il conto (non solo economico) alla premier Theresa May

Torino - Falso in atto pubblico. Sarebbe questa l'ipotesi di reato per la sindaca di Torino, Chiara Appendino e per l'assessore al Bilancio, Sergio Rolando, che avrebbero ricevuto oggi un avviso di garanzia nell'ambito dell'inchiesta su Ream Westinghouse.

Potrebbe diventare il cancelliere più giovane del mondo. Ma soprattutto il primo della generazione che ha subito di più la crisi economica del 2007. Ha vinto con toni forti, e molto di destra

Vienna (Austria) - Secondo gli ultimi dati che si basano sull’86% di voti scrutinati, si consolida il vantaggio dell’Oevp davanti a Spoe e Fpoe in Austria. I popolari di Sebastian Kurz vengono dati al 31,6%, i socialdemocratici di Christian Kern al 26,9%, l’ultradestra di Heinz Christian Strache al 26%.

Si apre per Pechino una fase di verifica delle ultime scelte politiche e la definizione delle nuove riforme. I nodi politici più delicati. Che farà Xi Jinping, l'uomo più potente del mondo?

Con l'inno dell'Ulivo, La Canzone Popolare di Fossati, all'Eliseo la festa per i 10 anni del Pd. Pesa in sala l'assenza di Romano Prodi e di big storici come Arturo Parisi e Francesco Rutelli ma nelle prime file siede Franco Marini, omaggiato come un padre nobile.

Il quotidiano americano: "Hanno dato riconoscimento mondiale ai gruppi antisemiti e xenofobi". A distruggere l'Occidente, e il liberismo a cui siamo abituati, è il "nazionalismo bianco", cioè quelle due ideologie, il suprematismo della razza bianca e il nazionalismo, che da alcuni anni sono tornati alla ribalta sia negli Stati Uniti che in Europa.

Sabato, 14 Ottobre 2017 00:00

Pugno duro di Trump «Fermiamo l'Iran»

Written by

Donald Trump non vuole affrontare l'Iran solo sulla questione nucleare, ma "sull'insieme delle malefiche attività" del regime di Teheran.

Con quel faccino da attrice e la cascata di capelli castani che le incornicia lo sguardo, non si direbbe mai che dietro al viso da ragazzina nasconde una tempra d'acciaio. Eppure, Inés Arrimadas García è una donna tosta, di quelle alle quali è difficile tenere testa. Quasi impossibile contraddirla quando si impunta. A soli 36 anni guida l'opposizione nel Parlament catalano, ed è lei la donna chiave di Ciudadanos, il partito anti-separatista che dai ranghi del Parlament sfida Carles Puigdemont, senza temere di alzare la voce per rivendicare le proprie idee.

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

Sciopero della fame Ius Soli…

Utenti Online

Abbiamo 1781 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa