ANNO XI  Agosto 2017.  Direttore Umberto Calabrese

Non si può morire per un terremoto che in Giappone avrebbero subito sorridendo al bar. L'Italia è fragile. Bonelli su Sky24 parla di abusivismo e di lotta da fare sul serio, ma viene attaccato in studio dal sen Falanga che gli chiede di non fare sciacallaggio e un ingegnere parla di problema colossale che non si può risolvere con mega abbattimenti senza creare alternative.

Martedì, 22 Agosto 2017 00:00

Melting pot, ‘tazza di mistura’

Written by

Gli Usa sono un melting pot da sempre. Così, almeno, lo sono nella mia mente. Fu una delle prime cose che imparai all’università di sociologia di Trento, quarantanove anni fa.

ROMA – Sanità, malnutrizione, gestione dell’emergenza rifugiati, contrasto al terrorismo e de-radicalizzazione degli ex combattenti. Sono questi i principali settori che vedono impegnata da 15 anni l’Italia in Sudan, come spiega alla DIRE Vincenzo Racalbuto, direttore dell’agenzia per la Cooperazione italiana allo sviluppo (Aics) di Khartoum.

L'intervista Meir Bar-Henha all'agenzia Jta sta già facendo molto discutere. Alcune frasi pubblicate in queste ore. Commentando gli attacchi di Barcellona, il rabbino capo della Catalogna Meir Bar-Henha detto che la comunità del luogo è “spacciata”, in parte per la radicalizzazione dell’Islam, in parte a causa delle autorità che poco farebbero per contrastarla.

Barcellona (Spagna) - C'è una terza vittima italiana della strage di Barcellona. Si tratta dell'italo-argentina Carmen Lopardo, di 80 anni, che si trovava nella città catalana per turismo. Lo riporta il sito del quotidiano argentino La Nacion. Le vittime accertate sono al momento 14 e 126 le persone rimaste ferite, 75 delle quali si trovano ancora in ospedale.

Parla Christian Picciolini, ex skinhead italo americano. "Questi estremisti sono ragazzi disadattati alla disperata ricerca di una identità" Si fanno chiamare "riformati", quasi fossero una religione. Si tratta, invece, dei pentiti dell'odio. Sono gli ex suprematisti bianchi che intraprendono un percorso di disintossicazione dalla violenza e dal razzismo.

Venerdì, 18 Agosto 2017 12:34

Barcellona, "ci sono due vittime italiane"

Written by

Barcellona (Spagna) - "Ci sono due italiani tra le vittime e tre feriti" nell'attacco di ieri a Barcellona. A confermarlo è il capo dell'Unità di crisi della Farnesina, Stefano Verrecchia.

Sei persone e un agente feriti e cinque attentatori uccisi è il bilancio dello scontro a fuoco con la polizia avvenuto nella notte a Cambrils, 120 chilometri a sud di Barcellona, nella provincia di Tarragona, in un nuovo attacco poche ore dopo la strage sulla Rambla del capoluogo catalano . Oltre ai terroristi uccisi, un uomo sospettato di essere coinvolto nell'attentato è stato arrestato dalla polizia in una strada della città. Ne dà notizia il quotidiano spagnolo El Mundo. Uno dei civili feriti è in gravi condizioni.

Barcellona (Spagna) - Terrore a Barcellona dove un furgone contro la folla ha travolto decine di pedoni sulla Rambla di Canaletes. Al momento il bilancio, diffuso dal primo ministro del governo catalano, Carles Puigdemont, è di una dozzina di morti e ottanta feriti, 15 dei quali molto gravi.

Terrore a Barcellona dove un furgone contro la folla ha travolto decine di pedoni sulla Rambla di Canaletes uccidendo due persone. Lo scrive La Vanguardia, citando fonti della tv catalana. Oltre ai due morti, vi sono anche 20-25 feriti. ULTIMO AGGIORNAMENTO PARLA DI 13 MORTI

Le Vignette satiriche di Paolo Piccione

Il papa e lo “Ius soli”

Utenti Online

Abbiamo 984 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine