ANNO XIV Settembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

La leader di Fratelli d'Italia eletta presidente del Partito Conservatori-riformisti europei, prima italiana a guidare un partito continentale.

Ma invita il presidente dell'Inps a lavorare "anche di notte" sulla cig. E sul Def: 'Italia resiliente,calo Pil sotto doppia cifra'. Riunione di maggioranza in vista della nota di aggiornamento.

Con una decisione senza precedenti, il governo non ha autorizzato il re a partecipare alla cerimonia di consegna dei diplomi ai nuovi giudici. La successiva telefonata di cortesia di Felipe VI al presidente dell'organo di autogoverno della magistratura ha suscitato le ire delle sinistre, che lo hanno accusato di violare la neutralità del suo ruolo. Sanchez tace e i popolari lo attaccano: "Vigliacco".

Appello di dieci costituzionalisti contro le liste bloccate e la soglia di sbarramento troppo alta. M5s e FdI rilanciano le preferenze

È deciso il giudizio del numero due della Lega che conferma in un'intervista di aver votato No al referendum di domenica e lunedì. Per Zaia "il voto è una protesta verso Roma"

 Così il presidente della regione Veneto appena rieletto commenta l'ultima tornata al voto in Italia

Il risultato del referendum costituzionale sulla riduzione dei parlamentari merita qualche ulteriore riflessione, soprattutto alla luce dell’entità della vittoria del SI tra gli italiani all’estero.

La senatrice 5 Stelle: "Bisogna ammetterlo: è stato un disastro. Abbiamo perso ovunque. E tanto. Il 70% che ha votato sì al referendum non ha votato per noi".

"Crediamo che vada aperta una fase nuova  all'insegna del fare e della concretezza", dice il segretario del Pd, il giorno dopo il voto. E sottolinea la necessità del "rilancio di una nuova agenda di governo". Di Maio: 'Manteniamo la parola sulle riforme'. Il premier, Giuseppe Conte, si dice contento della squadra di governo e sottolinea di non sentire affatto di un rimpasto.

Sì al 62-66%, No al 34-38%. Sono i primi exit poll Rai relativi al referendum sul taglio dei parlamentari. È pari nella forchetta 39-43% lo scontro Emiliano-Fitto in Puglia. Tra i 'big' al voto, oggi Mattarella a Palermo e Salvini a Milano.

Elettori alle urne per referendum, regionali (Valle d'Aosta, Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania, Puglia), amministrative e suppletive. Seggi aperti oggi dalle 7 alle 23 e domani fino alle 15. Mascherina e distanza: le norme anti-Covid per i seggi. Crolla l'affluenza in Sardegna e Sicilia. Il premier ha votato a Roma: 'Ho votato in scienza e coscienza'.Il Viminale: regolare apertura dei seggi. Si vota dalle 7 alle 23, lunedì dalle 7 alle 15. Alla chiusura dei seggi seguiranno gli scrutini delle suppletive, del referendum e delle regionali. Gli scrutini delle amministrative cominceranno alle ore 9 di martedì.

Utenti Online

Abbiamo 1263 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine