ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Gli effetti positivi vanno dalle minori emissioni di anidride carbonica, alla ricostruzione dgli habitat naturali.

Published in News Ambiente

L’idea di scienza dovrebbe essere quella popperiana di un insieme di attività di ricerca e di sperimentazione che mirano ad accrescere la conoscenza e la comprensione di certi fenomeni.

Published in Salute & Benessere

La scienza, al di là dei battibecchi televisivi, ha già dato un notevole contributo in questa pandemia. La ricostruzione della sequenza del genoma ha consentito di acquisire informazioni che sono servite per la messa a punto dei test per diagnosticare la malattia prodotta dal virus.

Giovedì, 07 Maggio 2020 04:52

La scienza e i reazionari del pensiero unico

I reazionari del pensiero unico sono contro l’affermarsi del metodo scientifico, fondato sul dubbio, sulla critica e sui fatti, e non sulla cieca fede nell’autorità. Ignorano che le nuove biotecnologie, congiunte alla smisurata propensione verso la competizione, possono causare disastri enormi

Sabato, 02 Maggio 2020 17:04

Sul Covid19 c'è sempre più da sapere

L’oracolo di Delfi interrogato su chi fosse l’uomo più sapiente rispose: Socrateperché è l’unico che sa di non sapere “. La risposta dell’oracolo rimanda alla fallibilità della conoscenza scientifica che però genera, rilevanti conseguenze sulla tolleranza che è uno dei pilastri della democrazia.

Le voci sono autorevoli e di organismi, che si occupano di salute e ricerca in campo medio: ’OMS e l’Imperial College di Londra. In verità richiamano a restare con i piedi, per terra e a non credere, che la scienza possa risolvere sempre tutti i problemi.

Le contrapposizioni che si riscontrano oggi su alcuni argomenti scientifici rimandano, a conflitti di interessi più o meno palesi. Anche Eschilo viene, in nostro aiuto con il monito “in una guerra, la prima vittima è sempre la verità”. Di guerre tecnologiche, commerciali, finanziarie e monetarie se ne stanno combattendo molte nel mondo. A iniziare dal confronto Cina/Usa.

In questa quarantena se c’è davvero un’urgenza è non mettere a riposo le sinapsi; in questa vicenda del virus “cinese”, qualche lettore, sui social ha parlato di ricostruzione di fake news, una pessima parola inglese che potremmo tradurre nella nostra più efficace ‘notizia falsa’.

Una tempesta di “scoperte “, applicazioni di farmaci esistenti, test diagnostici e vaccini. Tutto l’armamentario vero o presunto efficace contro il coronavirus che molte domande senza risposte ha suscitato la sua comparsa.

Un decreto che proclama lo stato di emergenza sanitaria per l’epidemia porta la data del 31 gennaio e ieri sera ascoltavamo le lamentele del farmacista di Bergamo, che lamentava la mancanza di bombole di ossigeno

Utenti Online

Abbiamo 1233 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine