ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 21 Agosto 2019 07:20

Pulsano (Taranto) – Ok pulizia a Bosco Caggioni e gli altri lidi?

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il comune dispone con ordinanza la pulizia del bordo stradale nel tratto di via bosco Caggioni sulla strada di Lido Silvana, ma il consigliere Angelo Di Lena per motivi di sicurezza attende ancora la bonifica da lui richiesta nel tratto di viale dei micenei dopo il lido militare prima del bar“il tropico".

Il consigliere Angelo Di Lena aveva a suo tempo chiesto al Sindaco la pulizia del bordo stradale nel tratto di viale dei Micenei dopo il Lido militare prima del bar“ Il Tropico”.

E’ lui stesso a spiegare la situazione dopo l’intervento del comune fatto in un tratto poco importante :

“Lungo la ex SP 122 nei pressi del bar “Il tropico” proprio dove è stato installato un autovelox non si è ancora provveduto a pulire il bordo stradale per consentire agli automobilisti di sostare in sicurezza in situazioni di difficoltà.

Un vero controsenso parlando di sicurezza stradale.

L’autovelox deterrente per i sinistri stradali, infatti ,messo in un tratto di strada invaso dalle strerpaglie , ad oggi , secondo informativa della polizia stradale , non è mai stato interessato da sinistri stradali.

Ora il comune , paradossalmente e con criteri alquanto anomali e discriminatori ha provveduto a pulire un bordo stradale meno importante sulla strada provinciale 121 in via Bosco Caggioni .

Il tratto stradale indicato dal Consigliere Di Lena in viale dei Micenei dopo il Lido militare prima del bar“ Il Tropico” aveva decisamente più importanza per la sicurezza stradale degli automobilisti che ogni giorno percorrono quel tratto di strada e si trovavano in condizioni di non potersi neanche fermare a causa delle sterpaglie che invadono la piazzola di sosta.

La sicurezza stradale va affrontata a 360 gradi e non solo con gli autovelox o Photored fatti installare come per magia e last minute su richiesta di “un cittadino” in violazioni alle circolari Maroni e Minniti che prevedono invece prima di installare dispositivi Photored o Autuvelox:

-l’elevato livello di incidentalità sul tratto di strada, da sottoporre a controllo del traffico, avviene con un’accurata analisi del numero, della tipologia e soprattutto delle cause degli incidenti stradali ivi avvenuti nell’ultimo quinquennio precedente.

-Nel “Procedimento di individuazione ed emissione del comune ( nel caso del photored di Pulsano deliberato il 20 Febbraio 2019 ) si sarebbe dovuta allegare la seguente documentazione:

- localizzazione esatta del tratto interessato e descrizione accurata della sede stradale, corredata da idonea documentazione fotografica;

- studio statistico della situazione infortunistica, facendo riferimento ai sinistri che si sono verificati negli ultimi cinque anni nel tratto di strada interessato o nelle immediate vicinanze dello stesso con l’indicazione, per ciascuno sinistro, delle presumibili cause e delle conseguenze alle persone o alle cose che ne sono verificate;

- analisi del traffico riferita ad almeno una giornata lavorativa rappresentativa;

- relazione conclusiva del responsabile dell’ufficio, con la quale si illustrano le attività di polizia svolte sulla strada e le difficoltà riscontrate nell’utilizzazione degli ordinari modelli operativi di controllo, senza recare pregiudizio alla sicurezza della circolazione.

Tutto ciò manca , e quindi in data 19 Agosto Di Lena ha chiesto al Comune, attraverso una interrogazione consiliare, se intende sospendere in autotutela tutti i dispositivi di controllo della velocità e Photored presenti in Pulsano”.

Read 185 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1202 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa