ANNO XIII  Agosto 2019.  Direttore Umberto Calabrese

"Il 25 aprile è una giornata di festa e le feste si celebrano, punto. Ognuno poi lo facesse come vuole, ma teniamoci stretto il ricordo di ciò che passò il nostro Paese, visto e considerato che il 25 aprile di 74 anni fa fu il momento fondante della nostra democrazia, che trova le sue radici nella Costituzione":

Published in Attualità

SULMONA - Alcuni anni fa la stampa internazionale si è occupata di Mons. O’Flaherty, pubblicando il testo di un telegramma di Kappler, inviato a Berlino il 19 ottobre 1943 e intercettato dagli Alleati tramite la decodifica di “Enigma”. La notizia fece scalpore. Si parlò di “gola profonda dei nazisti in Vaticano”, di “nazista sotto la tonaca”.

Published in Nazionale

La festa della Liberazione è una delle date fondamentali della storia italiana. La Città di Torino, insieme al Comitato di Coordinamento fra le Associazioni della Resistenza del Piemonte, organizza, come ogni anno, le cerimonie in ricordo dei condannati, degli esiliati e dei confinati durante il ventennio fascista e le migliaia di partigiani che riscattarono con il loro sacrificio il nostro Paese. 

Published in Torino

A Vicenza il programma prevede la celebrazione della Santa messa in suffragio dei Caduti alle 10.15 nel Tempio di San Lorenzo,

Published in Cronaca

L’iniziativa è promossa da Itria Metano Giuliani: tante iniziative per promuovere il tema dell’ambiente e dell’ecosostenibilità

Published in News Ambiente

Pubblichiamo la rassegna stampa predisposta da Carlo Forin nostro collaboratore di Vittorio Veneto che si diletta nella ricerca linguistica da zumero e anche nella raccolta di giornali che sceglie per noi e li propone alla lettura nella tradizione della rassegna stampa

Published in Cronaca

Riceviamo e pubblichiamo - Il 25 aprile 1945 il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia (CLNAI), presieduto da Luigi Longo, Emilio Sereni, Sandro Pertini e Leo Valiani, proclamò l'insurrezione generale in tutti i territori ancora occupati dai nazifascisti.

Published in Taranto

Riceviamo e pubblichiamo -  Antifascismo oggi è diventata una parola “demodé” in significati e contenuti. La retorica sterile della memoria sbiadita da un lato, ed un revisionismo storico dall’altra, l’hanno svuotata di contenuti, facendone una bandiera da sventolare un solo giorno all’anno (il 25 aprile per l’appunto), per poi ripiombare nell’oblio tutti gli altri giorni. 

Published in Reggio Calabria

Un vento di libeccio, non di tramontana, che a Taranto vuol dire altro, una piazza della Vittoria corredata di bandiere, stendardi a mano e al collo, tutti di una abbondante mezza età.

Published in Taranto
Martedì, 25 Aprile 2017 00:00

La Liberazione politicizzata

Il 25 aprile di ogni anno dovrebbe sancire un evento gaio quale la liberazione dell’Italia dall’oppressione nazifascista. Negare e non trasmettere il valore della libertà riconquistata dai Partigiani e dalle truppe alleate, sono l’anteprima della ripetizione.

Published in Politica

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1197 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa