ANNO XIV Agosto 2020.  Direttore Umberto Calabrese

La joven italiana Silvia Romano, secuestrada en Kenia hace 18 meses y liberada ayer en Somalia, se ha convertido al Islam, según lo informaron fuentes de la investigación que permitió el rescate y su regreso a Roma hoy.

Published in Cultura Esp

Gentile Sig. Ministro,  Il sottoscritto Uff. Cav. Dr. Antonio Peragine, presidente dell’Associazione degli  Italiani nel Mondo- organizzazione internazionale no profit-  e direttore dei giornali online IL CORRIERE NAZIONALE, www.corrierenazionale.net, CORRIERE DI PUGLIA E LUCANIA, www.corrierepl.it,  (il giornale del Sud) e RADICIwww.progetto-radici.it, dal 2002 collabora con le autorità parlamentari e ministeriali e diplomatiche della Somalia, ad eccezione dell’attuale Ambasciatore, con la presente rivolge rispettosa domanda alla S.V., quale Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione della Repubblica Italiana, al fine di valutare la possibilità di aprire l’Ambasciata Italiana nella Repubblica della Somalia e di un Consolato Generala a Mogadiscio.

Published in Estera

Coinvolti anche dei bambini e studenti universitari che viaggiavano su un bus. Nessuna rivendicazione, ma c'è l'ombra degli estremisti islamici di al Shabaab.

Published in Attualità

Un ordigno posizionato su una strada è esploso colpendo un convoglio "con a bordo militari italiani" vicino all'accademia militare 'Jaalle Siyad' a Mogadiscio, la capitale somala. Lo ha riferito il portale d'informazione 'Garowe Online', secondo il quale nessun gruppo ha rivendicato l'attacco. La notizia è stata confermata dallo Stato Maggiore della Difesa.

Published in Attualità

L’idea di creare un Ospedale Pediatrico é venuta al Dr. Mohamed Aden Sheikh, medico Somalo, Ministro della Sanità in Somalia negli anni 70, poi imprigionato per 6 anni dall’allora dittatore Siad Barré.

Published in Cultura
Domenica, 14 Maggio 2017 00:00

Sostegno dell’UE alla Somalia

Bruxelles. L’UE è impegnata in Somalia con un approccio globale basato sulla diplomazia attiva, il sostegno al cambiamento politico, il miglioramento della sicurezza, l’assistenza allo sviluppo e l’aiuto umanitario.

Published in News Ambiente
Raccogliere oltre 2 milioni di dollari in 10 giorni da oltre 74mila persone. Destinare questa montagna di soldi alla causa più nobile possibile: portare cibo e acqua in Somalia dove, a causa di carestie e povertà, si muore di fame e di sete.

Reti social e reti tribali alleate, di fronte all'indifferenza della comunità internazionale, per contrastare la carestia che rischia di far morire centinaia di migliaia di persone in Somalia. Il ritardo negli aiuti internazionali e l'insufficienza della risposta al problema della carestia ha infatti indotto i somali - all'interno del paese e all'estero - ad escogitare nuove meccanismi di sostegno alle comunità. Ed il più oliato sembra essere quello che combina l'utilizzo di Whatsapp e delle reti di rapporti tribali che da sempre regolano e tengono insieme la società del Paese.

Ecco come funziona: di fronte all'emergenza i membri ogni clan, talvolta molto numeroso, aprono una chat collettiva su Whatsapp, fanno l'inventario delle famiglie interne al gruppo  che hanno più urgente bisogno di aiuto e decidono quanti nuclei possono sostenerle, sulla base del calcolo che ognuna di esse ha bisogno di circa 60 dollari al mese.

Martedì, 03 Gennaio 2017 00:04

Three die in Somali militant attack

Suicide bombers have attacked the main peacekeeping base in the capital of Somalia.

Published in People UK

A car bomb has gone off near the president’s residence in Mogadishu, Somalia, say police, partly destroying nearby hotels.

Published in Politics UK

Utenti Online

Abbiamo 1105 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine