Agorà Magazine
Libri della soffitta

Jack London - Il richiamo della foresta

mercoledì 22 agosto 2012 di Roberto De Giorgi


Lettori unici di questo articolo: 653

Il libro di oggi ci ripropone un autore che abbiamo presentato nei primi giorni di questa estate parlando del Popolo degli abissi, Jack London, e scrivevo già in quella scheda che il nostro autore è davvero più conosciuto anche per i suoi libri per ragazzi, come quello che presentiamo oggi.

Protagonista del libro è un cane, un incrocio tra un cane San Bernardo e un pastore scozzese. Il suo nome è Buck e lo troviamo, all’inizio del racconto, in una agiata location, in una cittadina della California e nella casa di un giudice.

L’avventura comincia quando Buch viene sottratto e venduto da un perdigiorno, che doveva pagare debiti di gioco, e viene mandato il più lontano possibile, addirittura in Alaska, affidato ad una coppia di canadesi francesi chiamati Francois e Perrault.

Qui la trama diventa incalzante, il nostro cane di città deve abituarsi alle fredde notti invernali ed alla rivalità degli altri cani da slitta, ma ne diventa presto il capo. La storia è un passaggio da padrone a padrone, con cibo che scarseggia ed è la riprova del cinismo degli uomini verso gli animali. Fino a quando non spunta John Thornton, un esperto conoscitore della vita all’aria aperta e qui l’incontro sboccia, dopo una azione turbolente, in uno stupendo feeling tra uomo ed animale.

Thornton accudisce Buck e lo riporta in piena salute, tra i due si instaura una rapporto di fedele amicizia, amore e devozione. Buck salva la vita a Thornton quando questi cade nel fiume, quindi Thornton porta Buck con sé in viaggio alla ricerca dell’oro. Altre vicende, altri colpi di scena porteranno Buck, dopo aver vendicato le persone a cui era fedele, ad allontanarsi dalla sua precedente vita, che diventa solo un ricordo del passato, per seguire un lupo, col quale aveva fatto amicizia, nella foresta, rispondendo al richiamo della vita selvaggia.

I video che presento mostrano: il primo una sorta di CulBook di analisi del contesto in cui si svolge la storia; il secondo è il trailer di una rielaborazione commerciale e moderna in 3D; il terzo è la parte finale più fedele al testo in un film precedente del 1993. Che io preferisco. Ma è sempre meglio leggere il libro.


Home | Contatti | Mappa del sito | Area riservata | Statistiche delle visite | visite: 16413828

Registrato al Tribunale di Roma n° 358/2007 del 27 luglio 07 Edito da Ass.ne Spazio Agorà CF/IVA 97467680589
Diretto da: Umberto Calabrese
Webmaster and Powered by: ArteCA
web marketing

     RSS it RSSCultura e Società RSSLibri in soffitta   ?

Creative Commons License